Come raggiungere la Nuova Civiltà Dell’Amore

Come raggiungere la Nuova Civiltà Dell’Amore

Questa parte del sito è molto importante per comprendere il nostro ruolo di co-creatori della realtà che ci circonda. Nella Società attuale, come per secoli, il controllo e il destino dei popoli sono sempre stati nelle mani di poche persone. In questo preciso momento della storia, stiamo assistendo ad una dittatura mascherata da democrazia che utilizza strumenti sofisticati per schiavizzare interi popoli del pianeta. Questo lo si deve, per lo più, al fatto che come esseri umani siamo sempre stati manovrati in uno stato di sottomissione. Delegando la nostra vita a terzi soggetti, non abbiamo mai potuto realmente esprimere il nostro potenziale. Quando nel corso della storia alcune entità hanno cercato di insegnare agli uomini il loro potenziale latente, prontamente sono stati messi in disparte e i loro insegnamenti occultati o manipolati. Oggi l’umanità è a un bivio e il suo destino dipende proprio dal riuscire o meno a liberarsi dalle catene che lo tengono prigioniero di sbarre tanto invisibili quanto incisive. Il pensare che chi controlla il sistema si stia adoperando per il bene della comunità e degli esseri umani, è il principale dogma da sfatare. Se il mondo è così profondamente ingiusto e sofferente, è perchè chi lo controlla lo vuole esattamente così. E questo è possibile solamente in presenza di un consenso che proviene proprio da chi sta dalla parte della sofferenza e dello sfruttamento. Senza consenso non è possibile alcun controllo e senza controllo l’umanità può esere libera di disegnare il proprio futuro con etica, umanità e saggezza. Queste ultime sono qualità innate in ogni essere umano ma difficilmente esercitabili ed applicabili in condizioni di disequilibrio e di caos. Ma è proprio questa la chiave, la via e l’accesso alla creazione di una nuova civiltà dell’amore. Comprendere che siamo co-creatori della realtà manifesta è un passo fondamentale di cui ciascuno deve divenirne consapevole. Quando un intento è condiviso con il sentimento puro da tantissime persone, avviene il miracolo: la realtà cambia in modo repentino ed inaspettato. Chi controlla il mondo, i signori del male, lo sanno e usano questo potere da secoli cercando di nasconderlo agli uomini puri di cuore e di buona volontà. Ci hanno sempre fatto credere di essere piccoli ed insignificanti e di non aver alcun potere. Hanno sempre fatto credere che sopra agli uomini vi sono entità a cui gli uomini devono credere e ad essi si devono abbandonare, devono sottostare. In realtà l’uomo stesso è divinità, scintilla, fiamma e protagonista della creazione. La moderna fisica quantistica, è stata in grado di dimostrare l’influenza della volontà e del sentimento umano sulla realtà esterna. Quest’ultima cambia al mutare del tipo di sentimento provato o espresso. Gli esperimenti di Masaru Emoto sono estremamente significativi e confermano che ciò non è solo teoria o filosofia. Gli esperimenti con l’acqua (ma anche altri numerosi esperimenti) hanno dimostrato che sentimenti negativi di odio, di frustazione, di violenza e in generale di bassa frequenza, rendono i cristalli di acqua che si trovano nelle vicinanze completamente disarmonici mentre, al contrario, sentimenti di amore, di gioia e di serenità ad alta frequenza, formano dei cristalli di acqua bellissimi, armonici e perfettamente equilibrati. Questa è una legge universale. Se intorno a noi sentiamo continuamente parlare di sofferenza e di problemi, inevitabilmente noi stessi subiamo quella influenza negativa che è stata trasmessa alle nostre cellule. Ed è fin troppo logico che coloro che intendono controllarci hanno tutto l’interesse a farci vivere in quelle frequenze in cui non possiamo minimamente manifestare il nostro potenziale. Inveire pesantemente contro un sistema marcio fino al midollo, è un ottimo mezzo per dare energia al sistema stesso. Ci vogliono così, incazzati da mattina a sera, oppure presi e distratti da mille cose fuorchè da una introspezione e da una analisi coerente delle cause che producono effetti nefasti sulla società in generale. Entrambi gli atteggiamenti sono a supporto del controllore dell’umanità. Ed è proprio qui che l’uomo è chiamato ad evolversi. La chiave sta proprio nell’inserire nuove cause che producono nuovi effetti. In una parola: emanciparci. Stare accanto ad una persona negativa ci procura fastidio, nausea e irritazione. Lo stesso effetto viene procurato nel stare dentro ad un sistema che non ci appartiene, che ci sfrutta, che ci procura umiliazione e sofferenza. Più combattiamo contro questa persona o contro questo sistema, tanto più ne saremo vittime e perdenti. Perchè stiamo combattendo in un terreno che non è quello che desideriamo. La migliore medicina è anche la scelta più saggia. Allontanarci, togliere il consenso. Solo così usciamo dal tunnel e cominciamo ad intravedere nuove possibilità e nuovi orrizzonti. Solo così potremo cominciare ad esprimere il nostro potenziale, la nostra capacità creativa. La scelta è proprio tra cotinuare a delegare, a sottostare e ad inveire, oppure allontanarci e muoverci in direzione a ciò che il nostro cuore, la nostra saggezza e la nostra coscienza ci indica da sempre. Da un lato si stacca l’alimentazione ai signori del male e, dall’altro, ci si alimenta di energia nuova, piena, gratificante e gloriosa.

Ci serve essere uniti nelle cose che ci trovano daccordo, e abbandonare le sciocchezze che ci hanno messo davanti per tenerci separati. E ci serve un pizzico di coraggio. Non serve altro.